Mi chiamo Andrea, ho 48 anni, sono portatore di pace maker dal 03/2011

In data 18/01/2016 mi sono sottoposto alla riabilitazione scondo il columbus bridge protocol mascellare superiore, condotta dal dr. Christian Alberti, il quale mi ha chiesto gentilmente di dare un mio giudizio.

Devo dire che la mia situazione era un po’ delicata, visto la presenza di un pace maker e i denti ormai in fase terminale.

Per questo abbiamo aspettato, richiedendo visite specialistiche pareri di cardiologi, e non di meno la visita con l’anestesista che collabora con il dr. Alberti.

Mi sono presentato all’orario concordato e partenza.

Mi sono state prese le impronte sia superiore che inferiore ed il sig. Angelo mi ha anche chiesto come desiderassi la nuova dentatura.

Ho fatto prima una flebo di antibiotici poi acqua fisiologica, tutto queesto sotto monitoraggio da parte dell’anestesista dr. Lopez.

Poi una leggera anestesia e visto che tutto era in regola il dr. Alberti ha cominciato con l’estrazione dei denti danneggiati, prima dal lato destro, poi ha posizionato e fissato i due impianti e infine ha dato i punti di sutura.

La stessa operazione e’ stata fatta nel mio lato sinistro

A questo punto con il sig. Angelo hanno fissato una mascherina, cha ha sagomato per la mia arcata, dopo pochi minuti mi e’ stata tolta e io sono potuto andare a casa.

Sono stato richiamato in studio nel pomeriggio, dopo poche ore per montare tutta l’arcata superiore.

Posso affermare che non e’ stata una passeggiata ma sicuramente meno doloroso e meno complicato di quello che pensavo.

Affermo anche che sono stato trattato come un famigliare da parte di tutto lo staff dello studio e anche dei collaboratori tecnici che hanno fatto un lavoro incredibile, e dall’anestesista che non mi hai mai abbandonato un secondo e non posso dimenticare le infermiere che mi sono sempre state vicino.

Nei primi due giorni dopo l’intervento ho avuto un leggero gonfiore e due linee di febbre, e pochissimo dolore, sicuramente sintomi che io pensavo fossero ben piu’ marcati.

Altra cosa importante: sempre nei primi due giorni dopo l’intervento ben quattro persone che mi hanno visto si sono informati del mio intervento, hanno voluto sapere tutti i dettagli perche’ a loro sembrava impossibile e io sono stato ben lieto di fornirli e continuero’ a farlo.

Sono molto felice del risultato, quasi non mi riconosco piu’, ne e’ valsa sicuramente la pena.

Grazie di cuore a tutti i collaboratori del dr. Alberti, auguro a tutti un buon proseguimento perche’ siete tutti bravi.

  • Tutto ebbe inizio con uno spicchio di pizza, che mi costrinse a rinunciare definitivamente i miei incisivi; il ponte che da trent'anni li sorreggeva aveva ceduto. Prosegui la lettura

    C.S.
  • Dopo un lungo periodo di valutazione sui metodi più appropriati per risolvere il mio problema estetico e funzionale, con la sua professionalità il Dott. Alberti mi ha proposto il “Columbus Bridge Protocol”. Prosegui la lettura

    Mara
  • Mi chiamo Letizia è quello che sto per raccontare è una bella esperienza vissuta in uno studio dentistico, anzi, non studio dentistico qualsiasi, ma nello studio dentistico del dottor Alberti Christian. Prosegui la lettura

    Letizia
  • Sono la figlia di una paziente di 56 anni alla quale è stato consigliato e, successivamente, realizzato, il Columbus Bridge Protocol. Prosegui la lettura

    Eva e Cinzia
  • Avevo accettato tutto con la giusta filosofia del tempo che passa: rughe, qualche chilo in più, ma non potevo trovare l'accettazione della protesi rimovibile. Prosegui la lettura

    Anita
  • Dopo anni di avvilimento, un giorno sono entrata nello studio del dottor alberti. Ho ascoltato le sue franche parole, il tatto con cui le esprimeva e si e' riaccesa la speranza. Prosegui la lettura

    Graziella
  • Mi hanno invitato a raccontare l'esperienza che ho avuto eseguendo l'intervento bimascellare con il metodo Columbus Bridge protocol, consigliato ed eseguito dal dottor Christian Alberti. Prosegui la lettura

    Silvia
  • Abbiamo avuto da subito informazioni complete relativamente ai vantaggi e rischi riguardo all’intervento; completa disponibilità per i tempi di realizzazione. Prosegui la lettura

    Flavio e Gloria
  • Mi chiamo andrea, ho 48 anni, sono portatore di pace maker dal 03/2011. Prosegui la lettura

    Andrea
  • Il problema che mi ha portato allo Studio del Dottor Alberti era sia estetico che funzionale: era un disagio enorme avere i denti guasti che rovinavano il mio sorriso ma, soprattutto, non riuscivo quasi più a mangiare. Prosegui la lettura

    BN
  • Consapevole della situazione dentale, dopo vari consulti con specialisti, dal 2005 ho sempre tentennato, procrastinato e non agito. Ritenevo la chirurgia proposta “datata”, non attuale, invasiva e con timore che non possa essere risolutiva, dolorosa e prolungata. Prosegui la lettura

    Anonimo
  • Da paziente posso solo dire che questo tipo apparecchio funziona davvero e i fastidi svaniscono nel giro di 2/3 giorni, d'altronde la bellezza ha un prezzo. Prosegui la lettura

    Anonimo
  • ...volevo solo dirti che mi son trovata benissimo da voi! Anche se ho solo fatto una banale visita di controllo, Christian è stato bravissimo! Prosegui la lettura

    Martina
  • Colgo ancora l'occasione per ringraziare il dott. Alberti e tutto il suo staff. La mia Columbus oltre a darmi una bocca nuova mi ha dato una vita nuova... Prosegui la lettura

    Silvia

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi